Dettagli

Aquila Francesco Faraone (Palermo, 1676 - Roma, 1740)

Fu un famoso incisore insieme al fratello Pietro. Delle poche notizie sulla sua vita, sappiamo che si trasferì a Roma nel 1690 dove lavorò nelle botteghe d'incisione cittadine. Attivo presso la corte papale di Clemente XI, fu incisore di antichità romane, tra cui gli importantissimi bassorilievi della colonna di Antonino Pio, e di quadri e affrechi rinascimentali e barocchi.

Un'altra opera molto importante di Francesco Aquila fu l'incisione dell'affresco della cupola del Duomo di Parma del Correggio e quella degli appartamenti del Vaticano di Raffaello. Ma il Gori Gandellini nel suo libro Notizie storiche degli intagliatori ci lascia una lunga lista di incisioni di quadri e affreschi, rinascimentali e barocchi, fatta dall'Aquila fra i quali: Carlo Maratta, Francesco Albani, il Lanfranco, Ciro Ferri, Pietro da Cortona, Pier Leone Ghezzi e innumerevoli altri.

Seguendo il gusto antiquario che si andava affermando nel corso del Settecento, Francesco Aquila incise varie opere dell'età classica romana: statue, vasi, archi trionfali, venendo così incontro alla richiesta soprattutto dei visitatori stranieri, in maggioranza tedeschi e inglesi. Molto famosi furono anche i ritratti di suoi contemporanei sia pittori che ecclesiastici.


Lotti relativi

Vai al lotto 0613
AQUILA FRANCESCO FARAONE (1676 - 1740)  

Soffitto con scene bibliche.

Lotto 0613