Dettagli


Filippo Alison, nato a Torre Annunziata, è stato una delle figure di spicco per il design italiano non solo come ricercatore, ma attirando concretamente l'attenzione del mondo del design sui progettisti e gli oggetti più significativi del Modernismo (Le Corbusier, Wright, Mackintosh, Asplund, Rietveld) che sarebbero stati riproposti al pubblico nella collezione "I Maestri" di Cassina in riedizioni di grande interesse culturale oltre che commerciale.
Architetto d'interni per l'Università di Salerno, di cui progettò l'Aula Magna e il Teatro d'Ateneo, progettista di arredo urbano per Ravello, aveva insegnato Arredamento e Architettura degli Interni presso l'Università degli Studi di Napoli “Federico II”. 
 
Sintesi del suo percorso intellettuale è il volume Un viaggio tra le forme, che raccoglie, oltre ai suoi scritti, le testimonianze di chi ne apprezzò e valorizzò il lavoro. Nel 2001 fu membro della giuria del XIX Compasso d'Oro.
 


Lotti relativi