Nessuna immagine

Dettagli

Afra Bianchin (Montebelluna, 1937 - Treviso, 2011) Tobia Scarpa (Venezia, 1935)

Afra Bianchin e il marito Tobia Scarpa (figlio del famoso architetto Carlo) sono tra i designer italiani più importanti del ‘900, i quali iniziarono a collaborare durante il corso di arredamento di Franco Albini, con il progetto della poltroncina Pigreco. Laureati presso lo IUAV di Venezia nel 1969, collaborarono in molti progetti, soprattutto nel settore dei mobili, diventando esponenti di un’architettura ricercata ed elegante nelle forme e nei materiali. Hanno partecipato nel 1960 alla fondazione della società Flos, realizzando per questa nuove lampade. Ebbero committenze di rilievo (Cassina, Fabian, Gavina, Stildomus) per la produzione di mobili, poltrone, divani, tra cui le poltrone Coronado, con l’uso di poliuretano. Nel 1970 vinsero il Compasso d’Oro e stabilirono una collaborazione con l’impresa Benetton, insieme alla quale realizzarono il maglificio Paderno (1964), gli stabilimenti di Castrette di Villorba, il restauro di Villa Spineda a Venegazzù e molti punti vendita. Gli Scarpa hanno anche intrapreso molti restauri nel Veneto, coniugando soluzioni innovative con tecniche costruttive tradizionali.


Opere già passate in asta

Vai al lotto 0042
TOBIA & AFRA SCARPA (n. 1935)  

Lampada a sospensione Nictea.

Lotto 0042
Vai al lotto 0061
TOBIA & AFRA SCARPA (n. 1935)  

Lampada a sospensione Nictea.

Lotto 0061
Vai al lotto 0207
TOBIA & AFRA SCARPA (n. 1935)  

Letto e due comodini.

Lotto 0207
Vai al lotto 0391
TOBIA & AFRA SCARPA (n. 1935)  

Divano in pelle verde.

Lotto 0391
Vai al lotto 0392
TOBIA & AFRA SCARPA (n. 1935)  

Divano in pelle verde.

Lotto 0392
Vai al lotto 0214
TOBIA & AFRA SCARPA (n. 1935)  

Divano in pelle verde Soriana.

Lotto 0214
Vai al lotto 0139
TOBIA & AFRA SCARPA (n. 1935)  

Per Molteni. Lotto composto da n. 4 sedie.

Lotto 0139
Vai al lotto 0188
TOBIA & AFRA SCARPA (n. 1935)  

Coppia piantane mod. Papilona, Floss 1975

Lotto 0188